Libertà come prigione… 

Stamattina ho fatto un una passeggiata molto lunga e per la prima volta completamente da solo. No, non sono miracolosamente guarito e neanche sono un falso invalido! 

Avevo voglia di testare le mie capacità di guida della carrozzina elettrica senza “navigatore” cioè una persona che ti dica dove devi andare!

Non per vantarmi ma sono andato piuttosto bene, probabilmente il fatto di essere stato solo senza una persona che ti controlli e ti dia indicazioni mi ha reso più prudente e concentrato. 

Sono arrivato fino al pronto soccorso dell’ospedale “cervello” per precauzione, scherzo! Non sono entrato dentro, sono rimasto fuori tra gli alberi. 

Lo so, non ho scelto un bel posto per fare un giro, ma il silenzio che c’era lì oggi forse non l’avrei trovato da nessuna parte. dopo un po’ me ne sono tornato a casa. 

Per qualche ora sono stato indipendente, ma solo. 

Devo dire che questa libertà (a tempo) ha suscitato emozioni strane in me. 

Sapevo che ero libero, immerso nella natura, ma questa libertà era priva di qualsiasi significato. 

Perché credo che una libertà senza scopo è uguale ad una prigione di solitudine… 

Francesco Perugia 

Giovinezza… 

A poco a poco la giovinezza va via rapita dal tempo invisibile. 

Essa di natura bella ed armoniosa, non poté nulla contro l’inesorabile divenire della vita. 

La bellezza che era sua alleata, scudo contro le lance del futuro, non riuscì a difenderla. 

E così, in una notte d’inverno, essa morì tra i fiocchi di neve bianca diventando un ricordo pallido sussurrato dal vento…

Il Sommo bene… 

Molti credono nel “bene assoluto” quello che per i credenti è rappresentato da Dio che, in sé,  rappresenta altre forme ideali di bene . Il bene in sé assume un significato etico in questo mondo fatto però da persone che in sé non vi è alcuna traccia di bene o per lo meno non sono riusciti a distinguerlo da quello che per tanti è il male. L’opposto del bene,  cioè il male viene percepito come una forma di ignoranza del divino, del sommo bene. 

C’è molto male anche in chi crede di conoscere il bene assoluto, e sono nelle azioni di queste persone che il male è evidente! 

Probabilmente del bene si conosce solamente la  “superficie” mentre del male si conosce anche l’essenza… 

Francesco Perugia    

I miei libri preferiti… 

Questa è la lista dei miei libri preferiti :

1. Dracula 


2. Frankenstein 


3. I Tre Moschettieri 


4. L’interpretazione dei sogni 


5. Apologia di Socrate 


6. Così parlò Zarathustra


7. Confessioni di un poeta 


8. La Peste 


9. Pulp 

                                                                             10. Poesie di Pablo Neruda

Il tempo perduto… 


In questo tempo di scommesse perse, di battaglie infinite con un nemico invisibile cresce l’onda della speranza che non tutto sia sprecato, che il poco tempo a nostra disposizione possa essere utilizzato. 

Afferrarlo come fosse una piccola falena e tenerlo chiuso tra le nostre mani, perché noi siamo nati cacciatori. 

Cacciatori di tutto, anche del tempo perduto…                                                   

Francesco Perugia

L’autunno dentro… 

Essere forte come la quercia e fragili come le foglie di quest’ultima , 

come se mi spogliassi di

un ‘armatura  invisibile.

Il vento che porta con sé nuvole cariche di lacrime. 

La luce del sole che a poco a poco si spegne per lasciare spazio al buio della solitudine.

Avere l’ autunno dentro… 

Francesco Perugia