Ricordi di cenere 


Proprio non ci riesco a dimenticarti, ogni volta un frammento di memoria scende giù come pioggia riempiendo il vuoto che c’è nel mio cuore.                         

La forza di volontà da sola non basta, non è vero che il tempo brucia i vecchi pensieri trasformandoli in cenere. 

C’è sempre un soffio di vento che li riporta da me… 

Francesco Perugia 

“Ciò che non ti uccide ti fortifica” 


Friedrich Nietzsche – Ecce Homo.  


Ho sempre adorato queste parole del sommo filosofo, però la prima volta che li vidi non fu sui libri di scuola ma bensì in TV. Ero piccolo e sullo schermo davano Conan il Barbaro con un giovane e  muscoloso   Schwarzenegger!! 

Più in là ritrovai questo aforisma  tra le pagine dell’opera di Nietzsche e capii  che il filosofo nella sua vita aveva sofferto parecchio e che aveva tratto grande forza da tutte quelle sofferenze. 

Non sempre però è così. Specialmente se le sofferenze del corpo vanno di pari passo con quelle dell’anima. Non c’è un vero proprio equilibrio tra i due, ma diciamo un tacito accordo!! 

Questo patto di carne e spirito ti fa affrontare qualsiasi problema della vita con molta difficoltà.

A te non rimane che decidere se essere sopraffatto e cadere giù oppure reagire con tutte le tue forze. Ma da dove prendere tali stimoli per non soccombere, creando  squilibrio nell’equilibrio tra corpo ed anima?!! 

Gli stimoli, l’energie si devono necessariamente trovare in quella che è “Volontà di Potenza”. 

Solo così potrai dare un senso alla tua vita e alle tue sofferenze perché quello che non ti uccide ti fortifica!!! 


Francesco Perugia 

Temere l’amore… 

Temere l’amore come se fosse un ruggito, come un pensiero ardito…

Tenerlo chiuso  in fondo al cuore dentro il petto, chiuso in un cassetto… 

Lasciarlo lì come se fosse un difetto, avvogerlo come un cappotto… 

Un fiume di verbo trabocca dal mio cuore e ripete sempre e solo il tuo nome… 

Francesco Perugia 

Giovinezza… 

A poco a poco la giovinezza va via rapita dal tempo invisibile. 

Essa di natura bella ed armoniosa, non poté nulla contro l’inesorabile divenire della vita. 

La bellezza che era sua alleata, scudo contro le lance del futuro, non riuscì a difenderla. 

E così, in una notte d’inverno, essa morì tra i fiocchi di neve bianca diventando un ricordo pallido sussurrato dal vento…

Sirena… 

filosoficando, pensieri sparsi, autunno, mare

“Potevo stare in silenzio a contemplarla per ore ed ore senza mai stancarmi, come se lei fosse un paesaggio meraviglioso, sublime.

Le sue parole, i suoi gesti mi avevano pietrificato come se io fossi Perseo.

Lei era Medusa o forse la mia Musa!

Come Ulisse non riuscì a ribellarmi dal suono della sua voce soave, rimasi incantato.

Sembrava una Sirena….”

Francesco Perugia 

Tunnel of love… 

Tutti prima o poi siamo passati attraverso il “tunnel dell’amore”. C’è chi si è fermato dentro senza mai più uscirne, senza mai tornare indietro. C’è chi invece ne ha percorso chilometri e chilometri prima di fermarsi, c’è chi invece non ha nessuna intenzione di sostare dentro il grande “serpente”, di farsi attirare da quelle piccole luce così veloci, c’è chi invece si è fatto guidare dalle voci fin lì. C’è chi invece ci è appena passato senza accorgersene…         

Francesco Perugia